PizzoScalino

Atletica e altro raccontata da Sergio

IL PRESIDENTE DELLA FIDAL FRANCO ARESE HA PRESENTATO I CAMPIONATI ITALIANI ASSOLUTI DI MILANO

Arena“Sarà una grande festa dell’atletica leggera quest’edizione dei Tricolori assoluti di Milano!” Così ha aperto gli interventi oggi, alle ore 11.30, presso la Sala Alessi di Palazzo Marino, Comune di Milano, il presidente della Fidal Franco Arese durante la conferenza stampa di presentazione dei Campionati Italiani Assoluti che avranno luogo dal 31 luglio al 2 agosto 2009 all’Arena Civica.
Presenti in sala, oltre al presidente Arese, anche i consiglieri federali nazionali Alessandro Castelli, Pierluigi Migliorini e Franco Angelotti, il presidente del comitato regionale lombardo Enzo Campi e l’assessore allo Sport del Comune di Milano Alan Rizzi. Presente anche, per il CREVAL, main sponsor e grande sostegno nell’organizzazione dell’evento, il presidente Deltas e direttore generale del Credito Artigiano Luciano Camagni e, per gli sponsor supporter Carlo Fognini di Levissima e Dante Acerbis di Sportissimo. Al tavolo anche il presidente del comitato organizzatore locale Adolfo Rotta.
Oltre alle autorità molti gli ex azzurri, i tecnici e i dirigenti che hanno dato lustro all’atletica italiana, presenti in sala: da Renato Tammaro, pilastro della Riccardi, a Carlo Monti, da Alberto Cova con il suo tecnico Giorgio Rondelli al marciatotre Gianni Perricelli con Pietro Pastorini. “Siamo orgogliosi – ha dichiarato Franco Arese – di organizzare i Tricolori a Milano, sia perché ognuno di noi ha vissuto all’Arena Civica momenti indimenticabili ed emozionanti, sia perché Milano è una grande città che saprà ben accogliere questo importante evento, banco di prova per i Mondiali di Berlino. Davvero intenso è, e sarà, quest’anno agonistico – ha continuato Franco Arese – a partire dai Campionati Europei Indoor di Torino sino alla manifestazione che sta a cuore a tutti: i Mondiali Allievi di Bressanone che vedranno la partecipazione di 200 nazioni e di 3000 atleti. Per farvi un esempio della progressione del movimento, vi dirò che all’edizione iridata di Ostrava c’erano due mezzofondisti, ora ce ne saranno dieci. E’ importante che l’atletica si muova unita a 360°. Vorrei sottolineare che, all’Arena, abbiamo vissuto un grande passato, ma vogliamo un grande presente e un grande futuro!”
Concluso il discorso di Arese, gli speaker Walter Brambilla e Gianni Mauri hanno dato la parola a Luciano Camagni che ha evidenziato quanto siano simili i valori dell’atletica leggera e quelli del Creval che ha fondato la sua forza sul contatto con il territorio e con la gente, su rigore, impegno e serietà. Concretezza e capacità di perseguire i propri obiettivi, proprio come per gli atleti, sono i ‘must’ del Credito Valtellinese. Ricordiamo che il CREVAL ha supportato anche l’organizzazione della Coppa Europa First League di Milano 2007 e dell’Incontro Internazionale Juniores Italia, Spagna, Polonia di Chiuro 2008.
“La regione Lombardia è la numero uno in Italia – ha poi rimarcato Adolfo Rotta – in quanto si svolge il 20% dell’attività nazionale. La data non è propizia per coinvolgere il pubblico milanese ma ci impegneremo. Determinante è stato l’aiuto, in particolare del Comune di Milano ma anche della Provincia e della Regione”. Dopo aver ringraziato Renato Tammaro per avergli offerto la possibilità di praticare atletica (i 100 in particolare), Alan Rizzi ha espresso la sua volontà di impegnarsi per rinnovare il centro sportivo XXV Aprile ai piedi della ‘Montagnetta’ di Milano.
Lo stato di forma di Andrew Howe è stato poi oggetto di curiosità da parte dei giornalisti presenti: “Spero che gareggi ai Mondiali di Berlino solo se in perfetta forma – ha commentato Franco Arese – Una ricaduta sarebbe letale”.
CURIOSITA’….La gara all’Arena Civica più emozionante per:
Franco Arese – La sfida sui 1500 con lo statunitense Martin Liquori alla Notturna di Milano (quando l’Arena era piena da scoppiare: “Trentamila per Liquori, Arese, Fiasconaro &C.” titolava Atletica Leggera). L’1/7/70 vinsi io con 3’39”1 mentre l’1/7/71 vinse lui e io arrivai secondo ma con il record italiano: 3’36”3.
Alberto Cova – Durante la Notturna del 1981 quando l’8 luglio ho chiuso i 5000 vincendo in 13’27”20. Era il mio primato personale e la prima volta che scendevo sotto i 13’30.
Carlo Monti – nel 1940 quando ho vinto il mio primo titolo italiano nei 100 con 10.5. Era luglio e avevo 20 anni. Era la prima volta che battevo Orazio Mariani.
Gianni Perricelli – quella che ho vissuto da spettatore durante i Campionati Italiani di settembre 1988. Si trattava della sfida tra Giovanni De Benedictis e Maurizio Damilano, una gara di altissimo livello sui 10km. Ero in tribuna in procinto di partire per Seul dove mi aspettava la 50km.
Prossimo appuntamento: la conferenza stampa di martedì 28/07/09 nella Sala Appiani dell’Arena nella quale saranno presenti alcuni atleti azzurri.
UFFICIO STAMPA CRL FIDAL   Tel. 335-5719926  fidal.lombardia@fastwebnet.it   Info: http://www.assolutiatletica.it

Annunci

2 luglio 2009 - Posted by | Senza categoria

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: